medici & salute  - l'informazione medica in Toscana - direttore: Fabrizio Lucarini - webmaster: Maddalena Delli
 

Le nuove frontiere della talassoterapia
Al via il 2° Congresso Mondiale sulla talassoterapia dal 22 al 24 aprile a Marina di Castagneto Carducci (LI) per scoprire un metodo di cura naturale che utilizza le incredibili proprietà dell'acqua di mare


talassoterapiaLivorno, 17 aprile 2005 - Finalmente in Italia un evento di grande interesse per tutti coloro che puntano sul settore della Talassoterapia o che vogliono saperne di più su questo metodo naturale di cura che utilizza solo gli elementi dell'ambiente marino.

Il 2° Congresso della Federazione Mondiale di Talassoterapia ( F.M.TH, Féderation Mondiale de Thalassothérapie), "Le nuove frontiere della talassoterapia, una sfida per il 3° Millennio", si svolgerà dal 22 al 24 aprile presso il Tombolo Talasso Resort di Marina di Castagneto Carducci (Provincia di Livorno) e sarà una occasione importante per approfondire i temi e valutare le potenzialità della Talassoterapia. Durante i lavori del convegno si svolgerà anche il 40° Congresso dell' A.I.T.I (Associazione Italiana di Tecnica Idrotermale). Questo importante appuntamento scientifico è stato presentato sabato 16 aprile in una conferenza stampa che si è svolta a Livorno nel Palazzo della Provincia alla presenza del Presidente del Congresso e dell'A.I.T.I prof. Giovanni Agostini, Direttore della Scuola di Specializzazione in Idrologia Medica della Facoltà di Medicina dell'Università di Pisa, del prof. Francesco Russo docente in Patologie alle vie respiratorie e cure termali della Scuola di specializzazione in Idrologia Medica e membro della Segreteria Scientifica Internazionale e del dott. Fausto Bonsignori assessore al Turismo della Provincia di Livorno.

Al Congresso saranno presenti oltre 100 tra i più importanti medici e studiosi di questo settore provenienti da tutto il mondo ( Francia, Spagna, Turchia, Grecia, Tunisia, Marocco e Russia, Polonia e Olanda solo per citare alcuni paesi ), ma il congresso è aperto anche agli altri operatori del settore come architetti, ingegneri, imprenditori turistici, operatori sanitari, fisioterapisti, estetiste, perché è prevista una sessione di lavoro specifica con argomenti dedicati a loro. Questo evento è nato con l'obiettivo di valutare le nuove prospettive che il settore delle cure idrotermali e in particolare quelle talassoterapiche offrono agli operatori del settore. Per talassoterapia s'intendono le utilizzazioni terapeutiche che utilizzano esclusivamente tutti gli elementi che derivano dall'ambiente marino: acqua, fanghi o limi, clima, sabbia, alghe e derivati che possono essere usati singolarmente o in sinergia.

In Italia i centri talassoterapici sono poco meno di una decina ( tra i più importanti il Tombolo Talasso Resort di Marina di Castagneto Carducci, le Terme di San Giovanni all'Isola d'Elba, il Margherita di Savoia, il Kalidria e la Masseria San Domenico in Puglia, Timiama in Sardegna e Lignano Sabbiadoro in Friuli Venezia Giulia), mentre nell'area del Mediterraneo i centri di questo tipo sono diverse centinaia distribuiti tra Francia, che è il paese leader in questo settore, Grecia, Spagna, Tunisia, Turchia e Marocco. La talassoterapia è una cura naturale efficace grazie alla particolarità dell'acqua marina ricca di sali minerali e oligoelementi, e in misura ancora maggiore nelle alghe. In breve tempo si raggiungono risultati nei trattamenti delle vie respiratorie, in dermatologia per la cura delle dermatiti, vitiligine e psoriasi e poi sinusiti croniche e allergiche, forme degenerative della pelle, esiti di trauma e la riabilitazione post-traumatica, malattie vascolari. Non si tratta di una terapia alternativa ma complementare a quella farmacologia ed è una branca della medicina termale con le solite tecniche, indicazioni e controindicazioni. Inoltre la talassoterapia ha anche una azione antistress e rivitalizzante.

In due convegni avranno finalità diverse, quello mondiale avrà un carattere più scientifico dove saranno affrontati argomenti come le nuove conferme della ricerca in questo settore, la medicina preventiva e la talassoterapia, tutte le varie applicazioni terapeutiche, l'innovazione nelle tecnologie idrotermali e la bioclimatologia. I lavori del congresso dell'A.I.T.I saranno finalizzati anche alla valutazione degli aspetti legislativi e normativi che sono fondamentali per lo sviluppo della talassoterapia anche nel nostro paese che ancora oggi denuncia un forte ritardo rispetto agli altri paesi. Questi temi saranno affrontati nel corso di una specifica tavola rotonda in si esamineranno tutti questi aspetti, dalle metodologie applicative, ai sistemi di controllo e verifica dei trattamenti, all'applicazione dei protocolli internazionali fino ai contratti di lavoro di medici e operatori.

"Il nostro obiettivo - ha detto il prof. Giovanni Agostini Presidente del Congresso - è quello di spingere le autorità ministeriali competenti a dare piena operatività alle legge 323 sul riordino termale che è ferma ormai da diverso tempo in Parlamento. Questa è la base fondamentale per evitare che questo settore si sviluppi in assenza di norme chiare che possono garantire la salute del cittadino. E in più - ha voluto ribadire Agostini - vogliamo dare dignità anche da un punto di vista legislativo ai centri di talassoterapia come tutte le altre strutture termali proprio per tutelare anche il termalismo tradizionale. Questo perché solo la talassoterapia prive di regole può costituire una contrapposizione alle terme che invece hanno tutto da guadagnare da una situazione legislativa chiara ed efficace".

"Dal punto di vista scientifico - ha concluso - l'efficacia terapeutica della talassoterapia à dimostrata da oltre 1500 citazioni scientifiche che testimoniano la sua efficacia e pubblicate su tutte le più autorevoli riviste medico-scientifiche". "Il fatto che questo straordinario congresso scientifico si svolgerà nella nostra provincia ci fa molto piacere - ha dichiarato Fausto Bonsignori Assessore al Turismo della Provincia di Livorno - è conferma la capacità delle nostre strutture che sono in grado di ospitare eventi di questa importanza. Poi il tema che viene affrontato dimostra l'interesse sempre più ampio nei confronti di un turismo legato al benessere. Oggi infatti - ha voluto precisare - il concetto di salute è cambiato, non è più assenza di malattia ma ricerca del benessere psico-fisico attraverso le cure naturali e questa tendenza rientra nei nostri obiettivi di destagionalizzare il turismo lungo la costa anche attraverso lo sviluppo di strutture di talassoterapia".

Venerdì 22 aprile i lavori del congresso saranno aperti dalla presentazione in anteprima nazionale del volume "Bioclimatologia umana" ed. Utet, alla presenza di Nicola Caracciolo Presidente di Italia Nostra.

Il sito internet del convegno è www.aiti.italia.it

[Fonte: Ufficio stampa Ilogo - Fabrizio Lucarini cell. 340.7612178]