medici & salute  - l'informazione medica in Toscana - direttore: Fabrizio Lucarini - webmaster: Maddalena Delli
 

La prima colazione è un toccasana per il cuore
I ricercatori britannici dell'Università di Nottingham hanno scoperto che saltando la prima colazione il colesterolo sale, la sensibilità del corpo all'insulina diminuisce e le calorie assimilate quotidianamente aumentano

Roma, 26 febbraio 2005 - Hamid Farshchi dell'Università di Nottingham in Gran Bretagna ha scoperto che saltando la prima colazione il colesterolo sale nelle donne sane e magre coinvolte nella sua ricerca, mentre diminuisce la sensibilità del corpo all'insulina e aumentano le calorie assimilate quotidianamente. Tutte queste condizioni, è ricordato sull'American Journal of Clinical Nutrition, fanno da apripista al diabete di tipo due, al sovrappeso e, quindi, alle malattie cardiovascolari.

I ricercatori britannici hanno eseguito un esame attento del ruolo della colazione sullo stato di salute generale del corpo e sul suo metabolismo coinvolgendo un piccolo gruppo di giovani donne sane e in forma.
Per due settimane metà campione doveva seguire una dieta a base di prima colazione (cereali integrali e latte parzialmente scremato), due pasti principali, due snack durante la giornata.

L'altro gruppo doveva invece seguire una dieta identica salvo per l'assenza della prima colazione. In sostanza queste ragazze consumavano come primo pasto lo spuntino di metà mattina, uno snack, e poi a mezzogiorno dovevano a loro volta consumare i cereali integrali e il latte magro. In pratica il gruppo che non faceva la prima colazione aveva a disposizione nella dieta esattamente le stesse pietanze e snack dell'altro gruppo, solo dilazionate diversamente durante il giorno.

Dopo le due settimane i ricercatori hanno misurato i livelli di colesterolo nel sangue delle giovani rilevando maggiore quantità di colesterolo cattivo nel gruppo che non faceva la prima colazione. Inoltre con un test ad hoc i ricercatori hanno riscontrato che queste giovani erano divenute meno sensibili all'ormone insulina. Durante le due settimane, infine, i ricercatori avevano misurato l'introito calorico di ognuna dimostrando che le ragazze che non facevano la prima colazione tendevano ad assumere più calorie dai pasti loro consentiti durante tutta la giornata. Due settimane di analisi sono troppo poche per dimostrarlo, ma alla luce di ciò i nutrizionisti d'oltre Manica sono convinti che un regime dietetico senza colazione alla lunga faccia ingrassare.

Da questi risultati, hanno dedotto infine i ricercatori, emerge pure che i cereali integrali e il latte scremato di per se non sono salutari se non consumati come il primo pasto della giornata. Infatti a parità di regime alimentare l'unica differenza tra i due gruppi era che uno consumava cereali integrali e latte scremato come primo pasto della giornata, l'altro solo a mezzogiorno dopo aver gia' consumato uno snack.

[Fonte: Ansa]