Webmaster: Maddalena Delli maddalena@delli.it  
medici & salute  - l'informazione medica in Toscana - direttore: Fabrizio Lucarini - webmaster: Maddalena Delli
 

Glossario medico

 
Allergene

Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.
 
Allergia

Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine naturale, incapace di dare sintomi in pazienti non allergici.
 
Anafilassi (shock anafilattico)
Reazione allergica acuta ed estremamente drammatica. I sintomi compaiono dopo l'esposizione ad un allergene e possono comprendere asma, orticaria generalizzata, vomito, diarrea, calo pressorio con conseguente collasso e perdita di coscienza fino ad arrivare alla morte.
 
Anoressia
Perdita o diminuzione dell'appetito.
 
Anticorpi

Proteine prodotte dall'organismo in seguito a stimolazione da parte di una sostanza estranea. Gli anticorpi si legano alla superficie delle sostanze estranee all' organismo e collaborano alla loro distruzione. Ci sono cinque classi di anticorpi, quelle denominate IgE sono quelle specifiche dell'allergia.
 
Antistaminici

Farmaci in grado di alleviare i sintomi, quali il prurito, la rinorrea, l'arrossamento, dovuti all'allergia per la loro capacità di legarsi ai recettori H1 ed impedire quindi l'azione di uno dei principali mediatori dell'allergia: l'istamina.
 
Asma

Malattia polmonare cronica caratterizzata da infiammazione e broncospasmo, anche di origine allergica.
 
Bradicardia
Battito cardiaco inferiore a 60 al minuto.
 
Bulimia
Mancanza del senso dell'appetito.
 
Cardiologia nucleare

Viene utilizzata per la diagnosi e la cura dei pazienti con nota o sospetta cardiopatia ischemica.


Cataratta

Opacità del cristallino dell'occhio su base degenerativa. E' una causa comune di diminuzione visiva: essa insorge spontaneamente nella maggior parte delle persone anziane (generalmente dopo i 65 anni), ma può essere dovuta anche a fattori come il diabete, l'uso di cortisonici, i traumi all'occhio, una predisposizione giovanile ereditaria, o l'esposizione prolungata e non protetta ai raggi del sole. Si può curare solo chirurgicamente.




Cellulite
Infiammazione del tessuto lasso cutaneo.

Cheratocono

Il termine è formato da due parole greche: kerato (cornea) e konos (cono). Si tratta di una patologia oculare nella quale la cornea ha perso la sua forma sferica normale e presenta una deformazione a forma di cono che compromette la nitidezza della visione.
 
Chirurgia refrattiva

La chirurgia refrattiva agisce modificando la forma della superficie anteriore dell'occhio, attraverso una delle numerose tecniche micro-chirurgiche.
 
Cortisone

Farmaco antinfiammatorio utilizzato per curare le manifestazioni allergiche in particolare sotto forma di farmaci ad uso locale (spray sia nasali che bronchiali).
 
Cromoni

Farmaci molto utilizzati nella terapia dell'allergia, hanno la capacità di stabilizzare la membrana dei mastociti, impedendone la degranulazione.

Endermologie
®
Apparecchiatura che utilizzando l'aria nelle fasi di aspirazione e compressione ritmica controllata per mezzo di una testa di lavoro contenente due rulli mobili, permette di stirare i tessuti ed eseguire varie manovre.
 
Endoscopia
Introduzione di una piccola sonda in una cavità dell'organismo per l'effettuazione di un esame diagnostico.


Glaucoma
Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico, il fascio di fibre nervose che trasmette gli stimoli visivi al cervello, a causa della pressione intraoculare. Il sintomo più importante si manifesta con una progressiva riduzione del campo visivo a partire dalle zone esterne dell'occhio.

Laser ad eccimeri

Iniziali in lingua inglese di Ligh Amplification Stimulated Emission of Radioton, in pratica un amplificatore di luce che emette un fascio di raggi luminosi ad elevata energia. E'utilizzato come microcoagulatore in varie discipline chirurgiche come l'oftalmologia, angiologia e chirurgia. Il laser ad eccimeri è comparso in oculistica agli inizi degli anni '80 e da allora è stato molto sperimentato e migliorato. Il raggio diel laser determina una fotoablazione, vale a dire riesce a "scolpire", a "modellare" la cornea con ripetuti impulsi opportunamente mirati e dosati. Per questa ragione possono essere corretti tutti i difetti visivi quali la miopia, l'ipermetropia e l'astigmatismo.
 
IgE (immunoglobulina E)

Anticorpo sensibilizzato nei confronti dell'allergene ed ha la capacità di legarsi ai mastociti di cui determina la degranulazione una volta venuto a contatto con il suo bersaglio.
 
Immunoterapia Specifica

Il cosiddetto 'vaccino' è la cura che riesce a bloccare la naturale evoluzione della malattia allergica e non cura quindi solamente i sintomi: inoltre limita la reazione allergica in tutti gli organi interessati (occhi, naso, polmoni, cute).
 
Infiammazione

Reazione dell'organismo ad un attacco chimico, fisico o infettivo, caratterizzata da rossore, calore,gonfiore, dolore e ridotta capacità funzionale.
 
Istamina

Mediatore dell'allergia rilasciato dai mastociti durante la reazione allergica in risposta alla stimolazione da parte di un allergene. Determina la comparsa di prurito, rossore, lacrimazione, rinorrea, starnuti.
 
Mastocita

Cellula del sangue appartenente alla serie bianca, a disposizione prevalente nelle mucose e nella pelle. Si lega alle IgE, dal cui legame con l'allergene viene spinta alla degranulazione e quindi alla liberazione dei mediatori dell' allergia (stamina, leucotrieni).

Obesità

Aumento del peso corporeo di oltre il 20% rispetto a quello ideale.
 
Polline
Agente fertilizzante maschile.

Retinoblastoma

Rappresenta la più comune neoplasia maligna intraoculare dell'infanzia. Nell'ambito di tutte le patologie oculari il retinoblastoma ha un'incidenza compresa tra lo 0,01% e lo 0,04% e risulta responsabile del 5% di tutti i casi di cecità.
 
Rinite
Infiammazione del naso. Viene causata dall'inalazione degli allergeni. I sintomi comprendono rinorrea (naso che cola), ostruzione nasale, prurito.
 
Skin prick test

Prove allergologiche a lettura immediata, vengono eseguite per i comuni allergeni inalanti sugli avambracci, ponendo una goccia di liquido contenente in sospensione l'allergene e con la punta di un ago o con una apposita lancetta toccando la superficie della pelle. Dopo 15 minuti se si è allergici alla sostanza compare un piccolo pomfo.
 
Stomìa
Deviazione intestinale o urinaria con conseguente perdita della continenza uro-fecale, può essere temporanea o permanente e può interessare principalmente due diverse aree: l'apparato intestinale e quello urinario.

Medici & Salute è partner di glossari.it per la sezione Medicina