medici & salute  - l'informazione medica in Toscana - direttore: Fabrizio Lucarini - webmaster: Maddalena Delli
 

La lotta all'obesità in Italia
Anche nel nostro paese è ormai una emergenza sanitaria: per combatterla educazione alimentare e sport

La SIAS (Società Italiana Alimentazione e Sport www.sias-onlus.it) è una Società Scientifica ONLUS nata da poco tempo cerca di coniugare i due aspetti fondamentali nella lotta all'Obesità, diventata ormai anche nel nostro paese un'emergenza sanitaria, vale a dire l'educazione alimentare e lo sport.

La SIAS si rivolge a tutte quelle figure del mondo medico che quotidianamente affrontano i problemi legati al soprappeso ed all'obesità. La Società Scientifica Alimentazione e Sport ha già tenuto due Convegni Nazionali di grande richiamo il primo a Palermo nel Settembre 2003 ed il secondo a Recanati nel Gennaio 2004. Il Convegno di Recanati organizzato dal Segretario della Società Dr. Amedeo Giorgetti in maniera impeccabile e dal Titolo "Alimentazione Adattamento Cardiovascolare e Sport" ha visto la partecipazione di vari esperti nel campo dell'Obesità e della Medicina dello Sport ed ha ottenuto un grande successo di partecipanti. Dr. Amedeo Giorgetti, segretario SIAS

Tra gli altri di notevole interesse è stata la Lettura Magistrale sull'Obesità del Prof. Michele Carruba autorità scientifica indiscutibile nella lotta all'Obesità e Presidente Onorario della SIAS, del Prof. Enrico Arcelli che ha parlato del Ruolo del Dietologo nell'attività sportiva e del concetto di calma insulinemica, del Dr. Riccardo dalle Grave che in maniera veramente originale ha affrontato la terapia cognitivo comportamentale nell'attività fisica del paziente obeso e del Prof. Galli dell'Università di Milano che ha parlato del ruolo degli Acidi Grassi Omega 3 nella prevenzione cardiovascolare e nell'integrazione alimentare dello sportivo.
Il prossimo Convegno Nazionale previsto il settembre 2004 si terrà all'Università di Camerino (MC) e sarà organizzato dal Prof. Pierluigi Pompei (referente SIAS per la Regione Abruzzo), tra l'altro promotore di un Master Universitario in Scienze dello Sport e del Fitness presso la stessa Università (Per informazioni www.unicam.it).

Il significato intrinseco della SIAS può comunque essere meglio compreso attraverso le parole del Suo Presidente Prof. Pietro di Fiore: "Cari  Amici, non vi è dubbio che il dilagare del sovrappeso e dell'obesità è ormai un problema sociale che colpisce non solamente i Paesi più industrializzati, ma comincia ad interessare anche quelli emergenti. La terapia segna il passo, e la scarsa conoscenza dei presupposti fisiologici, la mancanza, spesso, di punti di riferimento adeguati,Prof. Pietro Di Fiore, Presidente SIAS il proliferare indiscriminato della diet-industry, spingono chi è in sovrappeso a concentrarsi quasi esclusivamente sulla dieta piuttosto che sul cambiamento dello stile di vita; come del resto gli atleti e gli sportivi in genere spesso applicano un regime dietetico non sempre congruo, quando non sbagliato o dannoso."

Ormai da  diversi anni i Piani sanitari nazionali pongono l'attenzione all'importanza del promuovere comportamenti positivi al fine di migliorare la qualità di vita: "...il ruolo protettivo dell'esercizio fisico regolare è stato dimostrato soprattutto nei riguardi delle patologie cardiache, in quelle osteo-articolari e metaboliche. Tali considerazioni ci hanno spinto a costituire la SIAS - Onlus. Società Italiana di Alimentazione e Sport, con il Patrocinio della Federazione Medici Sportivi Italiani, afferente al CONI e della Società Italiana dell'Obesità. La SIAS tende quindi a creare un saldo legame tra due inscindibili, ma spesso non accomunati, fattori di prevenzione: l'Alimentazione e lo Sport in senso lato, cioè l'attività fisica regolare, non  rivolgendosi soltanto agli addetti ai lavori ma anche a tutti coloro che desiderano praticare abitualmente una qualsiasi attività fisica, dando un supporto validato dal punto di vista scientifico, sfatando il campo da errori  e pregiudizi alimentati da "personaggi" non sempre in buona fede. La sedentarietà, o meglio l'ipocinesia, è la concausa, insieme alla "malnutrizione" di molte gravi patologie ad alto costo sociale, che possono essere prevenute purché si applichino adeguati ed equilibrati stili di vita, attraverso una sana e corretta alimentazione ed una regolare attività fisica".

Dr. Fabrizio Angelini, socio animatore della SIASLa SIAS sta capillarizzando la Sua attività in tutte le Regioni Italiane, in Toscana la Sede di Riferimento della Società Scientifica Alimentazione e Sport dovrebbe essere posta presso il Servizio di Endocrinologia dell'Istituto di Ricerche Cliniche Ecomedica di Empoli diretto dal Dr. Fabrizio Angelini socio animatore della SIAS (per informazioni ed iscrizioni telefonare nelle ore d'uffico al numero 0571-700391 oppure inviare una e-mail ad info@fabrizioangelini.it).

Tra le inziative patrocinate dalla SIAS in Toscana segnaliamo il Progetto Scuola Ecomedica che coinvolgerà scuole elementari, medie e superiori di Empoli sui Temi dell'Educazione Alimentare e la Prevenzione dell'Obesità e dei Disturbi Alimentari nell'adolescenza (ulteriori informazioni nei siti www.ecomedica.it o www.sias-onlus.it).